Il cinema in Piazza Maggiore a Bologna vola verso i 200mila spettatori

Highlight
12/08/2022

Dopo due edizioni ad accesso limitato, i cinefili hanno riconquistato Piazza Maggiore.
Si chiude sabato 13 agosto il cartellone di 54 serate Sotto le stelle del cinema, con il monito di Stanley Kubrick contro la guerra: Il dottor Stranamore.

Il cinema in Piazza Maggiore a Bologna vola verso i 200mila spettatori. Dopo due anni vissuti con una piazza ad accesso limitato, i cinefili (bolognesi e di tutto il mondo) hanno riconquistato il cinema più bello del mondo.

54 serate con una media di 3.700 spettatori ciascuna: il cartellone di Sotto le stelle del cinema, promosso come ogni anno dalla Cineteca di Bologna nell’ambito di Bologna Estate, è stato inaugurato lo scorso 19 giugno con l’inno pacifista di Charlie Chaplin, Il grande dittatore, e si chiuderà domani, sabato 13 agosto, con il monito di Stanley Kubrick contro la guerra, il suo indimenticabile Dottor Stranamore.

Una serata speciale, dedicata a Dino Sarti e Leonildo Marcheselli, è poi in programma domenica 14 agosto: un omaggio al ballo e alla musica della tradizione bolognese.

Anche quest’anno Sotto le stelle del cinema ha intrecciato il proprio percorso con quello del festival Il Cinema Ritrovato: le serate dal 19 giugno al 10 luglio, si sono infatti svolte sotto l’egida della 36ª edizione di un festival che ha riaffermato la propria centralità internazionale, tornando al successo degli anni che hanno preceduto la pandemia.

Un segnale importante di riconquista, dicevamo, della “sala” cinematografica, della visione su grande schermo, della visione collettiva: si pensi al successo di alcuni titoli contemporanei nati per le piattaforme, come Macbeth di Joel Coen o Il bar delle grandi speranze di George Clooney, che hanno richiamato in Piazza Maggiore 3mila spettatori ciascuno, così come i film di Pier Paolo Pasolini proiettati in queste serate agostane, Accattone, Mamma Roma e Uccellacci e uccellini, riscoperti in particolare da un pubblico di giovani che probabilmente non aveva mai avuto la possibilità di godere sul grande schermo della meraviglia delle immagini pasoliniane.

E se quello del pubblico giovane è un fatto che salta agli occhi e ha la sua importanza, non va dimenticato anche quello del pubblico straniero, in una Bologna che si riscopre meta turistica sempre più attraente e che offre agli spettatori provenienti dall’estero proiezioni in versione originale o sottotitolate in inglese nel caso dei film in lingua italiana.

E poi la parata di stelle: da John Landis (con The Blues Brothers e Una poltrona per due) a Wes Anderson (in omaggio all’amico Peter Bogdanovich), da Walter Hill (con il suo cult I guerrieri della notte) a Paolo Sorrentino (con il ritratto di Giulio Andreotti Il divo), da Stefania Sandrelli (protagonista del Conformista di Bernardo Bertolucci) ad Alice Rohrwacher (con il suo nuovo mediometraggio Le pupille, girato a Bologna e presentato in prima italiana dopo l’anteprima assoluta al Festival di Cannes), da Dany Boon e Kad Merad (superstar in Francia, grazie al successo senza precedenti del loro Giù al Nord) a Stefano Accorsi, che ha rinnovato la presenza nella sua Bologna, accolto sempre con grande affetto.

Un programma che non ha subito interruzioni causa maltempo, nemmeno in una serata dal carattere “resistenziale”, come quella in cui Vincenzo Mollica ha ammaliato un pubblico che ha resistito agli scrosci d’acqua iniziali (che hanno invece fatto saltare il concerto degli Iron Maiden) per ascoltare le parole di un grande narratore di cinema, dedicate a Sophia Loren e Vittorio De Sica.

 

*****
Sotto le stelle del cinema
e Il Cinema Ritrovato sono manifestazioni ideate e realizzate dalla Cineteca di Bologna, nell’ambito di Bologna Estate 2022, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica, rese possibili anche quest’anno grazie ai contributi istituzionali del Ministero della Cultura e della Regione Emilia-Romagna, a cui si aggiungono il main sponsor Gruppo Hera, gli sponsor Coop Alleanza 3.0, Legacoop Bologna, Camst, LloydsFarmacia, BPER:, Pelliconi, DoDo, NEIRAMI, Tigotà, Acantho, Mare Termale Bolognese, Trenitalia TPER, Galletti, Aeroporto G. Marconi Bologna, PREP (Coswell), Agribologna, Alce Nero, Selenella, Mielizia, PizzAltero, Confcommercio Ascom Città Metropolitana di Bologna, Abruzzese e Associati, Asterix, CIICAI, Ottica Garagnani, TPER, Assoricambi, Metropolis – USM; official car MG Bologna – Stefanelli 1952, e le collaborazioni con Bologna Welcome, Teatro Comunale di Bologna, Università di Bologna e Publierre.

Gallery

keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right