Salvatore Giuliano

(Italia/1962) di Francesco Rosi (123')
Info
Lumière | Sala Scorsese
Salvatore Giuliano

(Italia/1962) di Francesco Rosi (123')

Il capolavoro politico del cinema italiano. Un film in forma d’enigma, tessuto narrativo crivellato di buchi, cinema-verità senza verità possibile. Al centro, un uomo senza volto. Tutto è concreto e allucinato, il realismo è rigore visionario. La forma è conturbante, disorientante, quasi borgesiana; intanto Rosi non molla il colpo un istante, incalzando e interrogando, attraverso la storia del bandito separatista (poi venduto alla mafia del latifondo) Salvatore Giuliano, l’Italia tra guerra e dopoguerra, gli incroci tra poteri legali e illegali, la truce e melmosa nascita d’una nazione. “Il mio scopo era la tragedia umana scaturita dai rapporti tra Giuliano e gli altri siciliani, tra Giuliano e i carabinieri, tra Giuliano e la vera politica italiana di quell’epoca” (Francesco Rosi).



Maggiori dettagli su:

Cinefilia Ritrovata - Salvatore Giuliano

Restauro :

Restaurato da Cineteca di Bologna in associazione con The Film Foundation
Info
Lumière | Sala Scorsese

Lingua

italiano

Parte di:

Info biglietteria
Biglietto unico 3.50 €